CSS Menu Maker Installation Instructions


















Brazilian Jiu Jitsu
L'arte del combattimento a terra



Origine
Alcuni storici affermano che le origini della cosiddetta "arte gentile" possono essere rintracciate in India, dove veniva praticata dai monaci buddisti. Essendo preoccupati per la loro difesa personale, questi ultimi dettero vita a delle tecniche basate sui principi dell'equilibrio e dell'utilizzo delle leve, inserite in un sistema di coordinazione del corpo che consente di non fare affidamento alla forza delle armi. Con l'espansione del buddismo, il Jiu Jitsu si diffuse dal sud dell'Asia alla Cina e quindi finalmente in Giappone, dove si svilupp divenendo sempre pi popolare.
Alla fine del diciannovesimo secolo alcuni insegnanti di Jiu Jitsu emigrarono verso altri continenti, insegnando arti marziali e prendendo parte a numerosi combattimenti.
Esai Maeda Koma fu uno di questi maestri. Dopo aver viaggiato e sostenuto incontri in Europa e nelle Americhe, arriv in Brasile nel 1915 e si stabil nella cittadina di Belem do Para, dove incontr Gastao Gracie. Questo si dimostr da subito un entusiasta sostenitore della nuova arte e spinse il maggiore dei suoi otto figli, Carlos, a seguire gli insegnamenti del maestro giapponese.
All'et di diciannove anni Carlos si trasfer a Rio de Janeiro insieme alla famiglia, iniziando ad insegnare e al tempo stesso sostenendo numerosi incontri, molti dei quali avvenivano con oppositori fisicamente ben pi forti. Nel 1925 apr la prima scuola, conosciuta come l'"Accademia Gracie di Jiu-Jitsu" e inizi ad allenare i suoi fratelli, adattando e ridefinendo le tecniche sulla base delle naturali caratteristiche fisiche della sua famiglia.
Sebbene il Brasilian Jiu Jitsu viene per lo pi identificato con la famiglia Gracie, esiste un differente celebre lignaggio a cui fa capo un altro discepolo di Maeda: Luis Frana. L'esponente maggiore rappresentato da Oswaldo Fadda, i cui insegnamenti sono famosi per l'influente utilizzo delle leve ai piedi.
Negli anni '80 del XX secolo esponenti di spicco della famiglia Gracie emigrarono negli USA dove organizzarono dei tornei internazionali, nei quali sfidarono avversari di altri sistemi. Questo tip di combattimenti quasi privo di regole era diffuso in Brasile con nome di vale tudo (in brasiliano "vale tutto") e sul modello del programma televisivo che veicolava queste sfide, naque il famossisimo Ultimate Fighting Championship tenutosi per la prima volta nel 1993. Grazie a questo evento fu mostrata al mondo l'efficacia del jiu jitsu brasialiano: nonostante all'epoca i pronostici dessero per favorite le altre discipline (boxe, kickboxing, muay thai, karate, tae kwon do) Royce Gracie, chiamato a rappresentare lo stile di jiu jitsu creato dal padre Helio, riusc a battere tutti i combattenti del torneo, compresi quelli pi forti fisicamente e di gran lunga pi pesanti. La grande celebrit innescata dalla forza dei mass-media americani rese dunque il BJJ uno sport famoso in tutto il mondo e da allora il suo diffondersi aumentato in maniera esponenziale.
Premettendo che il maggior vantaggio di un avversario pi robusto e pesante viene dalla forza delle prese e dalla potenza dei colpi sferrati, entrambi mitigate quando il confronto avviene a terra, il BJJ enfatizza la strategia del portare gi lo sfidante, in modo da utilizzare le opportune tecniche di sottomissione comprendenti leve articolari e strangolmenti, e consentendo una vasta gamma di tecniche per gestire lo scontro a terra, anche dopo aver atterato l'avversario. Mentre altri sport da contatto, come il Judo, usano quasi sempre una proiezione a terra, il BJJ comprende l'opzione del "chiamare la guardia": si afferra lo sfidante e si porta lo scontro sul "tappeto", sedendoglisi sopra e bloccandolo con le gambe. Raggiungere a terra una posizione dominante in effetti uno dei tratti distintivi delle stile del BJJ.

Sacchetto Combat Way e Budo Clan
Negli ultimi anni la SCW si unita alla Budo Clan(www.budoclan.com), scuola di Brazilian Jiu Jitsu del Maestro Dario Bacci, diventanto rappresentante dalle stessa Budo Clan per la regione Piemonte.
Il Maestro Dario Bacci l'unica Cintura Nera Responsabile e Rappresentante per l'Europa della Jean Jacques Machado Academy e rilascia, previo esame, le cinture e i gradi agli allievi della SCW a nome dell'Accademia di Jean Jacques Machado.
La collaborazione con la Budo Clan ha permesso alla CSW di aumentare le conoscenze dei propri istruttori, seguire un programma di allenamento e crescita condiviso con il Maestro Dario Bacci e avere la possibilit di partecipare a tutte le gare a livello nazionale.
Il Brazilian Jiu Jitsu permette a tutti di partecipare praticamente in modo immediato alle competizioni che sono suddivise per cinture e, sottosuddivise, per peso rendendo ogni incontro equilibrato.


(Felice Cipriani)

I loghi, i testi, la grafica e le immagini pubblicate sul Sito www.combatacademy.it sono protetti dai diritti di proprietá intellettuale, in conformitá alla normativa vigente in materia di tutela del diritto d’autore applicabile in particolare, alla Convenzione di Berna ed alla L. 633/1941 e successive modifiche. L’accesso al sito non fornisce al navigatore il diritto di appropriarsi, né di riprodurre, di modificare, di distribuire, di ripubblicare, in alcuna forma, anche parziale e con qualsiasi strumento, le informazioni in esso contenute, senza l’espressa autorizzazione scritta da parte del personale della Sacchetto Combat Way, avente sede legale in Viale Risorgimento, 5 a Beinasco (TO). Qualunque indebito utilizzo è perseguibile ai sensi di Legge ad iniziativa di ogni avente diritto.

Sacchetto Combat Way
Viale Risorgimento, 5 - Beinasco (TORINO)
Tel. 011.95.39.256 - mail combatacademy@virgilio.it